Get Adobe Flash player
    Portovenere è un’ottima soluzione per chi desidera passare vacanze tranquille, immersi tra storia e natura. Le sue attrattive artistiche hanno reso il paese sito Unesco, sono facilmente raggiungibili a piedi e conservano tra le proprie mura mito e tradizione. Grazie alla sua posizione Portovenere è meta di balneanti, escursionisti e appassionati di storia italiana.

portovenere

  • STORIA e CULTURA:

La cessione dell’antico paese a Genova influenzò profondamente l’architettura a partire della costruzione delle tipiche case-torre, alla creazione della seconda chiesa (San Lorenzo, 1130) che andò ad aggiungersi alla già presente chiesa dedicata a San Pietro, per arrivare al Castello Doria e alla cinta muraria che rendevano il paese un vero fortino. A pochi chilometri da Portovenere si trovano i resti della Villa Romana del Varignano ed il Convento degli Olivetani a Le Grazie.

  • TREKKING:

Periplo dell’Isola: Percorrenza circa 3h 30min km: 6 circa; Sentiero n°1 CAI (I parte) Portovenere – Campiglia km:5 circa; Campiglia – Colle del telegrafo (II parte) km: 3 circa; Colle del telegrafo – Riomaggiore (sentiero n°3) km: 4,5 circa.

  • PALESTRA DI ROCCIA: monte Muzzerone.
  • IMMERSIONE:

all’interno dell’Area Marina Protetta del Parco Naturale Regionale di Portovenere (Cala Grande, Cala Piccola, Secca di Dante, Grotta Arpaia – vedi approfondimento sul sito ufficiale del Parco).

  • ESCURSIONI IN BATTELLO:

Giro dell’Isola Palmaria, 5Terre, Lerici, Portofino…

  • FESTIVITA’:

17 agosto: festività della Madonna Bianca, patrona di Portovenere, con processione ed illuminazione a fiaccole romane di punta San Pietro;

8 settembre: festività della Madonna delle Grazie (Le Grazie);

13 settembre: festività di San Venerio, patrono del golfo spezzino ed apertura al pubblico dell’isola del Tino.